Ecologia comportamentale

L'obiettivo dell'Ecologia Comportamentale è cercare di comprendere come il comportamento di un animale si adatti all'ambiente in cui vive, sia quello fisico che quello sociale (competitori, predatori e parassiti). Attraverso la selezione naturale nel corso delle generazioni, gli organismi si adattano al loro ambiente. Gli individui che vengono selezionati, naturalmente, saranno quelli in grado di trovare cibo e compagni, evitare i predatori e così via. Se l'ambiente cambia, allora l'adattamento alle nuove condizioni portano a un maggiore successo riproduttivo e quindi la selezione naturale può portare a cambiamenti evolutivi.

In questo contesto stiamo portando avanti diversi progetti di ricerca per migliorare le nostre conoscenze sull'ecologia comportamentale dei tursiopi nella Sardegna settentrionale.

STRUTTURA SOCIALE E HOME RANGE

Utilizziamo l'analisi dei "social network" per migliorare la nostra comprensione della struttura sociale del tursiope nel Nord Sardegna. In particolare, ci concentriamo su: i) la valutazione dell'organizzazione sociale dei delfini sulla base del sesso degli individui e della fedeltà temporale all'area investigata; ii) l'indagine sulla presenza di unità sociali distinte; iii) la verifica dell'ipotesi che l'allevamento ittico influenzi i modelli sociali. Inoltre, utilizziamo stime di home range basate sul kernel per misurare l'intervallo di residenza degli individui e la potenziale sovrapposizione delle aree principali tra le diverse unità sociali.

TATTICHE DI FORAGGIAMENTO

I tursiopi si adattano a una grande varietà di habitat e prede e dimostrano di essere in grado di eseguire diverse tattiche di foraggiamento. Pertanto, la comprensione dei fattori ambientali (come il tipo di habitat, la profondità e la morfologia del fondale marino, la temperatura superficiale del mare, la presenza di pescherecci e attrezzi da pesca) e fattori sociali (come la fedeltà degli individui a una specifica tattica alimentare, la dimensione e la struttura del gruppo) è un passo fondamentale se vogliamo migliorare la conoscenza ecologica di una popolazione e preservare il suo habitat.

FATTORI CHE INFLUENZANO LA DIMENSIONE DEL GRUPPO

La dimensione del gruppo è una caratteristica importante degli animali sociali, che influisce su molti aspetti della loro vita, come i livelli individuali di stress, i tassi di riproduzione, la suscettibilità alla malattia e il comportamento individuale e di gruppo. Ciò a sua volta influenza l'idoneità individuale e collettiva ed è quindi cruciale per la gestione efficace delle specie. Alla luce della letteratura attuale, le dimensioni dei gruppi animali sono influenzate da fattori fisici ed ecologici, fattori sociali e fattori antropici. Pochi studi hanno studiato l'influenza di questi fattori simultaneamente e per quanto ne sappiamo l'influenza del paesaggio acustico sulla dimensione del gruppo non è stata ancora esaminata. Pertanto, lo scopo di questo studio è quello di studiare i modelli di raggruppamento di una piccola popolazione residenziale di tursiopi in relazione a questi parametri che definiscono parzialmente il loro habitat. Data l'importanza delle dimensioni del gruppo sulle attività dei delfini e sull'organizzazione sociale, è fondamentale determinare i fattori che lo influenzano sia per il monitoraggio e la protezione della popolazione locale, sia per scopi di conservazione più ampi.



 

THANKS TO SCIENCE AND TECHNOLOGY

THE FUTURE OF MAN AND NATURE CAN GO TO THE SAME PATH

 

Contattaci